Skip to main content

Avvertenza sul rischio: I CFD sono strumenti complessi e presentano l'elevato rischio di perdere denaro rapidamente per via della leva. Il 73,77% dei conti degli investitori retail perde denaro quando scambia CFD con questo fornitore. Dovresti valutare se sei in possesso delle conoscenze sul funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di affrontare l'elevato rischio di perdere i tuoi soldi. Clicca qui per leggere la nostra Informativa sul Rischio completa.

Il 73,77% dei conti degli investitori retail perde denaro quando scambia CFD con questo fornitore.

bitcoin-going-up

Il rally delle criptovalute è già oltre misura o è appena iniziato?

Wed, 11/15/2023 - 13:46

Un paio di anni orribili per le criptovalute hanno costretto gli HODLer a coprirsi gli occhi e a contare le perdite. Nel corso di un prolungato calo di tredici mesi, la valuta digitale di punta, il Bitcoin, è crollata di quasi il 75% e la caduta sembrava inarrestabile. Per fortuna, dall'inizio di quest'anno, le cose sono migliorate. In effetti, da gennaio il BTC ha conseguito guadagni del 118% e, a quanto sembra, i rialzisti potrebbero finalmente essere di nuovo in fuga. 

Come sempre, i fattori alla base del rialzo sono numerosi, ma un elemento senza dubbio decisivo negli ultimi mesi sono state le voci attorno alla possibile imminente approvazione di una serie di ETF spot su Bitcoin da parte della Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti. Dopo aver tergiversato per quasi tutto il periodo di esame consentito di 240 giorni, entro il 17 novembre o, al più tardi, nel gennaio 2024 la SEC dovrebbe finalmente dare il via libera alla prima delle 10 richieste per il rilascio di ETF attualmente in esame.

E mentre quest'anno l'esaltazione intorno agli ETF spot ha giocato un ruolo fondamentale nelle fortune del BTC, l'effetto di prodotti simili sulle altcoin è stato molto più attenuato. Vale la pena ricordare che ETH ha già visto approvato il suo ETF spot, eppure da inizio anno questa moneta ha conseguito a malapena la metà dei guadagni del BTC. Questo perché gli investitori di altcoin sono in genere più esperti e sono più interessati alla funzionalità che a notizie positive transitorie. 

Detto questo, la settimana iniziata il 13 novembre ha visto XRP attraversare una fase di forte rialzo (+ 10%) a cui ha fatto seguito una correzione altrettanto brusca (-9%) a seguito della circolazione di voci attorno alla presunta richiesta per l'emissione di ETF spot su Ripple da parte di Blackrock, notizia poi rivelatasi falsa. Tuttavia, mentre ci dirigiamo verso le ultime settimane del 2023, investitori e trader di tutto il mondo si stanno chiedendo se sia in programma un nuovo boom delle criptovalute.

Lento e costante

La prima cosa da notare su questo ultimo mercato rialzista è che questa volta è molto più controllato. Invece di un aumento del prezzo di oltre il 500% in sei mesi come quello visto nel 2020/21, questo ciclo ha impiegato quasi il doppio del tempo per registrare un guadagno del 118%. E mentre molti amano gli enormi rendimenti, la volatilità e l'incertezza derivanti dai precedenti boom e dai successivi crolli di Bitcoin, queste caratteristiche lo hanno reso un mercato molto difficile per investimenti a lungo termine. La speranza è che questo ritmo più ragionevole consenta al trend rialzista di persistere molto più a lungo, soprattutto nel più ampio contesto positivo del mercato.

Gli ETF Spot sul Bitcoin, ad esempio, sono all'orizzonte, con l'approvazione di fino a 10 di tali prodotti prevista nel primo trimestre del 2024. È difficile immaginare uno scenario in cui ciò non comporti un aumento del prezzo di BTC, poiché le società di investimento che offrono tali ETF saranno tenute ad acquistare grandi quantità di Bitcoin per sostenere questi strumenti. Questo effetto sarà poi amplificato dal successivo afflusso di investimenti istituzionali attraverso questi nuovi veicoli di facile utilizzo. Se questo non bastasse, siamo anche in impaziente attesa del prossimo halving di BTC nell'aprile del prossimo anno.

Storicamente, i prezzi del Bitcoin hanno dato vita a dei rally in seguito ai precedenti halving. Sei mesi dopo il primo halving del 2012, il prezzo di BTC è salito da 12$ a 126$. Poi, dopo il secondo halving nel 2016, è passato da 654$ a 1000$ in sette mesi. E dopo l'ultimo, nel 2020, il prezzo di Bitcoin è più che raddoppiato per raggiungere 18.040$ da 8.570$. Con solo 2 milioni di monete rimanenti su una possibile offerta totale di 21 milioni, una volta che i premi scenderanno del 50% a 3,125 BTC per blocco assisteremo sicuramente a un bagno di sangue sul mercato del mining, ma a lungo termine questa è solo una buona notizia in termini di prezzo.

Magari è tutto scontato nel prezzo attuale?

Con una classe di asset come le criptovalute, l'ancoraggio è sempre un problema. È difficile non vedere i guadagni conseguiti dal Bitcoin da inizio anno come un primo segnale di un enorme corsa al rialzo in arrivo, data la storia delle dinamiche dei prezzi in questo mercato notoriamente volatile. Tuttavia, nonostante i massimi abbastanza recenti di BTC, un guadagno di quasi il 120% in meno di un anno rappresenta un risultato abbastanza buono in qualsiasi situazione.

In una ricerca pubblicata la scorsa settimana, JPMorgan ha spiegato la propria obiezione nei confronti dei due argomenti che farebbero pensare a una crescita significativa in vista, vale a dire l'approvazione degli ETF spot da parte della SEC e l'imminente halving. In primo luogo, gli analisti della banca d'investimento ritengono che il capitale verrà probabilmente spostato negli ETF spot appena approvati dai prodotti BTC esistenti come il Grayscale Bitcoin Trust (GBTC), gli ETF sui future e le società di mining quotate, non avendo quindi alcun impatto significativo sulla domanda reale di BTC. In breve, ritiene che il rally delle criptovalute sia "eccessivo". L'autore principale del report di JPMorgan, Nikolaos Panigirtzoglou, ha analogamente osservato che tali ETF esistono già in Canada e in Europa e hanno guadagnato "scarso interesse da parte degli investitori sin dall'inizio".

Un altro argomento è che questa decisione, insieme alle recenti vittorie in tribunale di Ripple e Grayscale, costringerà i legislatori a cambiare posizione. Tuttavia, Panigirtzoglou ritiene ciò improbabile, dato il fresco ricordo dello scandalo FTX. Ritiene inoltre che l'halving sia già in gran parte scontato sui prezzi, citando questo come il motivo principale del recente movimento al rialzo e suggerendo che qualsiasi ulteriore crescita richiederà nuovi fattori di spinta organici.

Fai trading di Bitcoin e altri CFD su criptovalute con Libertex

Con Libertex, hai a disposizione un'ampia varietà di CFD su qualsiasi cosa, da azioni, indici ed ETF a materie prime, valute e, naturalmente, criptovalute. L'offerta di CFD su criptovalute di Libertex include asset sottostanti tradizionali come Bitcoin e Ethereum, oltre a più di 100 diverse altcoin, tra cui Solana, XRP e Chainlink. Il bello del modello CFD di Libertex è che non devi possedere fisicamente nessuno degli asset sottostanti. Basta acquistare e vendere CFD utilizzando l'accattivante e intuitiva app di Libertex. Per maggiori informazioni o per aprire un conto, visita il sito https://libertex.com/signup oggi stesso!